FANDOM


Alien - Director's Cut
Alien xenomorpho.jpg
Una scena del film
Titolo originale: Alien: The Director's Cut
Lingua originale: Inglese, spagnolo
Paese: Stati Uniti d'America / Regno Unito
Anno: 2003
Durata: 116 min
Colore: Colore
Audio: Sonoro
Rapporto: 2,20 : 1
Genere: Fantascienza
Regia: Ridley Scott
Soggetto: Dan O'Bannon e Ronald Shusett
Sceneggiatura: Dan O'Bannon
Produttore: Gordon Carroll, David Giler e Walter Hill
Produttore esecutivo: Ronald Shusett
Produttore associato: Ivor Powell
Coproduttore: {{{coproduttore}}}
Coproduttoreesecutivo: {{{coproduttoreesecutivo}}}
Coproduttoreassociato: {{{coproduttoreassociato}}}
Assistente produttore: {{{assistenteproduttore}}}
Produttore 3D: {{{3Dproduttore}}}
Casa di produzione: Brandywine Productions e 20th Century Fox
Distribuzione (Italia): 20th Century Fox
Storyboard: {{{nomestoryboard}}}
Art director: {{{nomeartdirector}}}
Character design: {{{nomecharacterdesign}}}
Mecha design: {{{nomemechadesign}}}
Animatori: {{{nomeanimatore}}}
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali:
Doppiatori italiani:
Episodi:
Fotografia: Derek Vanlint
Montaggio: David Crowther, Terry Rawlings e Peter Weatherley
Effetti speciali: Nick Allder, Allan Bryce, Clinton Cavers, Carlo De Marchis, Roger Dicken, Guy Hudson, Brian Johnson, Phil Knowles, Dennis Lowe, Roger Nichols, Carlo Rambaldi, Neil Swan, David Watkins, Dr. David Watling, Anton Furst (non accreditato), Bob Keen (non accreditato), Philip Sharpe (non accreditato) e Christian Wolf-La'Moy (non accreditato)
Musiche: Jerry Goldsmith
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia: Michael Seymour e Roger Christian (non accreditato)
Dialoghi: {{{nomedialoghista}}}
Costumi: John Mollo
Trucco: Pat Hay, Tommy Manderson e Sarah Monzani
Sfondi: {{{nomesfondo}}}
Premi:
{{{nomepremi}}}
Prequel: {{{nomeprequel}}}
Sequel: {{{nomesequel}}}



Alien - Director's Cut è una riedizione rimasterizzata con tecnologia digitale del film di fantascienza Alien, diretto nel 1979 da Ridley Scott.

Trama Modifica

Anno 2122. L'astronave da trasporto Nostromo, in viaggio di ritorno verso la Terra con un carico di carburante greggio proveniente da remoti e lontani pianeti, viene indotta a modificare la sua rotta. L'equipaggio di sette persone (cinque uomini, il capitano Dallas, il vice Kane, il medico Ash e i tecnici Parker e Brett, e due donne, l'ufficiale Ripley e il navigatore Lambert, più un gatto, la mascotte Jones) viene risvegliato dal sonno criogenico dal computer di bordo (familiarmente chiamato "Mother") per pilotare manualmente la nave verso il satellite di un pianeta alieno e rispondere in questo modo a quella che sembrerebbe essere una chiamata di soccorso proveniente dalla desolata e inabitata superficie del planetoide.

Durante l'atterraggio, la nave rimane danneggiata e impossibilitata a ripartire senza ricevere le riparazioni necessarie. Il comandante Dallas, vista la situazione, decide di uscire dalla nave e raggiungere a piedi la non lontana fonte della misteriosa trasmissione. Con Kane e Lambert si accinge alla spedizione esterna. Protetti da tute spaziali, i tre attraversano una landa costantemente battuta da tempeste e venti, fino a trovare un titanico relitto alieno, chissà quando precipitato sul pianeta. All'interno del relitto, scoprono lo scheletro di una gigantesca creatura aliena, ormai fossilizzato, e notano un'apertura nel torace della creatura, come se qualcosa fosse fuoriuscito violentemente dal suo interno.

Calatosi in un anfratto del relitto, Kane scopre una distesa di quelli che egli stesso definisce "uova o roba simile". Avvicinatosi per curiosare, viene improvvisamente aggredito da uno strano essere dalle sembianze di un ragno che, schizzato fuori dall'uovo cui si era incautamente avvicinato, gli buca la visiera del casco e gli aderisce al volto. L'uomo viene riportato sulla Nostromo dai due compagni in stato di incoscienza. Kane viene visitato dall'ufficiale scientifico Ash, che espone una possibile spiegazione: l'essere è un parassita (In realtà un parassitoide) che lo ha paralizzato, mantenendolo vivo seppur in stato di coma.

Il capitano Dallas e Ash tentano di liberare Kane dal parassita tentando la via della rimozione ma, dopo aver ferito una della zampe dell'animale, capiscono che è praticamente impossibile: l'alieno ha un potentissimo acido molecolare al posto del sangue, un meccanismo di difesa naturale che complica ancora di più la sua rimozione senza ferire o addirittura uccidere il compagno. Nel frattempo aumenta l'astio tra Ash, l'ufficiale scientifico della spedizione, e il tenente Ellen Ripley, che accusa il medico di aver violato la quarantena permettendo l'ingresso nella nave all'essere sconosciuto. Dopo numerose ipotesi l'equipaggio assiste a un fatto inaspettato: il parassita improvvisamente si stacca dal viso di Kane, morendo. Nel frattempo gli ingegneri Brett e Parker terminano le riparazioni alla nave, che riparte immediatamente. Poche ore dopo, Kane si risveglia tra lo stupore generale: è visibilmente provato, e non ricorda nulla dell'accaduto.

Alien-The Chestburster.png

Una scena del film

I membri dell'equipaggio, felici per la ripresa dell'amico, decidono di consumare un ultimo pasto prima di ibernarsi in attesa dell'arrivo sulla Terra, ma durante la cena Kane presenta degli strani sintomi ed inizia ad avere delle violente convulsioni. In pochi secondi una piccola e orrida creatura gli sfonda il torace, uccidendolo, e scappando alla vista dei suoi attoniti compagni. Il parassita, dunque, altro non era che un "intermediario" che aveva iniettato a Kane la larva dell'organismo ospite.

Dopo aver espulso il corpo del povero Kane nello spazio inizia la caccia al mostro: Brett è il primo a entrare in contatto con l'alieno, che lo attacca e lo trascina in un condotto di raffreddamento mentre cercava il gatto di bordo, Jones. I suoi colleghi Parker e Ripley non riescono ad accorrere in suo aiuto ma riescono per qualche secondo a scorgere la creatura, che nel breve lasso di tempo dalla sua nascita è diventata alta più di 2 metri cambiando la pelle come un serpente. Il secondo a scomparire è Dallas che, entrato in un condotto d'aria nel tentativo di stanare l'alieno, viene sorpreso da quest'ultimo.

Le caratteristiche fisiche dell'alieno, la sua biochimica basata sul silicio anziché sul carbonio, il potentissimo acido corrosivo che gli scorre nelle vene, la sua abilità a nascondersi e a muoversi nei condotti d'aria e la sua spietata ferocia lo rendono un avversario apparentemente invincibile viste le capacità degli astronauti. Ripley, dopo la morte di Dallas, assume il comando in qualità di terzo ufficiale e scopre dal computer di bordo, Mother, che Ash è incaricato dalla "compagnia" di introdurre nell'astronave l'alieno (il segnale captato dal computer all'inizio del film non era in realtà un SOS bensì un avviso di pericolo), nonché di proteggerlo fino all'arrivo sulla Terra, dove sarebbe stato studiato e potenzialmente utilizzato come arma biologica.

Secondo la procedura (denominata "ordine particolare 937" ) la priorità assoluta è far sopravvivere la creatura anche a costo di sacrificare le vite dei membri dell'equipaggio. Ash, rivelatosi in realtà un androide, cerca di uccidere Ripley per impedirle di raccontare le sue scoperte agli ultimi due compagni sopravvissuti. Salvata dall'ingegnere capo di bordo Parker che con un colpo di estintore decapita Ash, Ripley, lo stesso Parker e l'altra sopravvissuta, il navigatore Lambert, approntano la capsula di salvataggio e pianificano di far esplodere la Nostromo con la creatura al suo interno.

Mentre Ripley recupera e mette in gabbia il suo gatto Jones, Lambert e Parker vengono colti di sorpresa dalla creatura mentre caricavano moduli di refrigerante per il sistema di sopravvivenza criogenico della capsula. Vengono uccisi entrambi. Ripley inutilmente accorre alle loro urla e fugge disperata dall'astronave dopo aver attivato l'autodistruzione. È l'unica superstite insieme a Jones. Una volta nella capsula tuttavia, quando si crede ormai al sicuro, la donna si ritrova nuovamente faccia a faccia con l'alieno, che si era nascosto all'interno del modulo prima dell'esplosione. Sarà costretta ad un'ultima disperata lotta per salvare la propria vita: indossando una tuta spaziale, stana l'alieno e apre il portello della navetta scaraventandolo nello spazio esterno. L'alieno non demorde e con la coda si aggancia ad uno dei propulsori della navetta, ficcandocisi dentro. Ripley attiva i motori e riesce a scagliare nello spazio il mostro.

Prima di ibernarsi, il tenente registra un messaggio finale sulla vicenda appena conclusa.

« Rapporto finale del veicolo spaziale commerciale Nostromo da parte del terzo uffciale. Gli altri componenti dell'equipaggio: Kane, Lambert, Parker, Brett, Ash e il comandante Dallas sono morti, carico e nave sono distrutti. Dovrei giungere alla frontiera tra sei settimane, se sono fortunata la sorveglianza mi porterà in salvo. Parla Ripley, unica superstite del Nostromo, passo e chiudo. »

Note Modifica

Il fim uscì negli Stati Uniti per la festa di Halloween del 2003 in occasione del 25º anniversario dell'uscito di Alien. In questa versione compaiono delle scene tagliate nella prima edizione. In realtà, come scrive lo stesso Ridley Scott nelle note del DVD, quella originale va considerata in tutto e per tutto la "sua" versione. Quella nuova va considerata solo un'occasione per vedere sequenze precedentemente tagliate dallo stesso Scott.

Le nuove scene del film sono:

  • Trasmissione di origine sconosciuta: Lambert effettua il rilevamento del pianeta da cui parte il segnale di SOS.
  • Lambert affronta Ripley: il motivo dello scontro è il rifiuto di Ripley a far rientrare a bordo dell'astronave i suoi compagni dopo che il facehugger aveva aggredito Kane.
  • La sorte di Kane: discussione sul destino di Kane dopo l'aggressione del face hugger.
  • Tensione tra Ripley e Parker: breve scena in cui si evidenzia il nervosismo che corre tra i due.
  • Preparazione del pattugliamento: dopo la fuga del chestburster il gruppo si riunisce per organizzarne la cattura.
  • La morte di Brett: Parker e Ripley riescono a vedere per un attimo la creatura subito dopo l'aggressione di Brett.
  • Ripley tranquilizza Lambert: dopo la morte di Dallas le due donne hanno un breve dialogo da cui emergono i sospetti di Ripley verso Ash.
  • La sequenza del bozzolo: la scena tagliata più famosa, in cui Ripley scopre i corpi di alcuni suoi compagni e in cui si spiega il ciclo vitale della creatura.
  • Dopo che Ripley ha azionato l'autodistruzione della Nostromo, la donna viene sorpresa dall'alieno nei corridoi e molla la gattiera per tornare indietro. L'alieno avvicina la testa al gatto e poi dà una botta alla gattiera. Questo spiega il perché, in entrambe le versioni del film, la gattiera è rovesciata sul lato e non si trova dove Ripley l'aveva lasciata nel momento in cui la protagonista torna a riprendere Jones.


In Italia il film uscì nei cinema il 14 novembre 2003.

Locandina Modifica

Alien - Director's Cut locandina.png

La locandina del film

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale