FANDOM


Amityville 3D
Amityville 3-D.jpg
Titoli di testa del film
Titolo originale: Amityville 3-D
Lingua originale: Inglese
Paese: Stati Uniti D'America
Anno: 1983
Durata: 105 min
Colore: Colore
Audio: Sonoro
Rapporto: 2,35 : 1
Genere: Horror
Regia: Richard Fleischer
Soggetto: {{{nomesoggetto}}}
Sceneggiatura: William Wales
Produttore: Stephen F. Kesten
Produttore esecutivo: {{{produttoreesecutivo}}}
Produttore associato: {{{produttoreassociato}}}
Coproduttore: {{{coproduttore}}}
Coproduttoreesecutivo: {{{coproduttoreesecutivo}}}
Coproduttoreassociato: {{{coproduttoreassociato}}}
Assistente produttore: {{{assistenteproduttore}}}
Produttore 3D: {{{3Dproduttore}}}
Casa di produzione: De Laurentiis Entertainment Group (DEG)
Distribuzione (Italia): Medusa Home Entertainment
Storyboard: {{{nomestoryboard}}}
Art director: {{{nomeartdirector}}}
Character design: {{{nomecharacterdesign}}}
Mecha design: {{{nomemechadesign}}}
Animatori: {{{nomeanimatore}}}
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali:
Doppiatori italiani:
Episodi:
Fotografia: Fred Schuler
Montaggio: Frank J. Urioste
Effetti speciali: Connie Brink, Mike Edmonson, Tim Farrell, Jim Fredburg, Al Griswold, Jeff Jarvis, Samuel E. Price, Bruce Robles, Gary Schaedler, Ken Sher, David Wood e Michael Wood
Musiche: Howard Blake
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia: Justin Scoppa Jr. e Giorgio Postiglione
Dialoghi: {{{nomedialoghista}}}
Costumi: Clifford Capone
Trucco: John Caglione Jr., Vincent Callaghan, Anthony Cortino, Doug Drexler, Kevin Haney, Neal Martz e David E. Smith
Sfondi: {{{nomesfondo}}}
Premi:
{{{nomepremi}}}
Prequel:
Sequel:



Amityville 3D è un film del 1983 diretto da Richard Fleischer.

Trama Modifica

Un giornalista specializzato nello smascherare finti medium e apparizioni fasulle, accetta la sfida di andare ad abitare nella famigerata casa di Amityville che fu teatro di delitti ed eventi paranormali.

Presto le sue convinzioni cominceranno a vacillare: gli spiriti maligni esistono veramente ed a farne le spese sarà proprio la famiglia del giornalista.

Note Modifica

Terzo episodio della saga di Amityville, col grave difetto di essere stato girato in 3D, tecnica di gran moda negli anni ottanta ma che oramai risulta, a dir poco, sorpassata ed involontariamente ridicola; e come se questo non bastasse la pellicola ha anche evidenti limiti di sceneggiatura (nessun risvolto originale della trama, pochissime uccisioni) e pessimi effetti speciali (vedi il mostro i gomma e lattice che fuoriesce dalle fondamenta della casa..) risultando stucchevole e poco coinvolgente.

A causa dell'azione legale tra la famiglia Lutz e Dino De Laurentis sulla storia del film che non coinvolge la famiglia Lutz, Amityville 3D non viene definito un sequel degli altri film.[1] Tuttavia il film fa riferimento alla storia originale di Amityville Horror.

Il personaggio di John Baxter è ispirato a Stephen Kaplan, che tentò all'epoca di dimostrare, senza però riuscirvi, che la storia dei Lutz era tutta un'imbroglio

È stata realizzata una novelization del film scritta da Gordon McGill.

Il film è noto anche coi titoli Amityville III, Amityville III - The Demon e Amityville: The Demon.

References Modifica

  1. Horror.com interview with George Lutz

Locandina Modifica

Amityville 3-D poster.jpg

La locandina originale del film

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale