Fandom

Cinema Wiki

Charlton Heston

706pagine in
questa wiki
Crea nuova pagina
Discussione0 Condividi
Charlton Heston
Charlton Heston.jpg

Attore
Periodo attività 1941 - 2003
Vero nome John Charles Carter
Nascita Evanston
bandiera Illinois

bandiera Stati Uniti
4 ottobre 1923

Morte Beverly Hills
bandiera California

bandiera Stati Uniti
5 aprile 2008(2008-04-05) (84 anni)

Coniuge Lydia Clarke (1944 - 2008)

Charlton Heston è stato un attore cinematografico, teatrale e televisivo statunitense.[1][2][3]

Heston è molto conosciuto per aver recitato in diversi film kolossal quali I dieci comandamenti, El Cid e Ben-Hur, per il quale vinse l'Oscar al miglior attore.

Heston è famoso anche per il suo attivismo politico. Era infatti appartenente al Partito Repubblicanoe fu presidente del National Rifle Association dal 1998 al 2003.

Biografia Modifica

Primi anni Modifica

Charlton Heston nacque come John Charles Carter, unico figlio di Lilla (nata Charlton; 1899–1994) e Russell Whitford Carter (1897–1966), un operaio.[4] Nacque ad Evanston, nell'Illinois,[5][6][7] Heston's autobiography,[8] contrariamente a quanto riportano alcune fonti che lo vogliono nato a Wilmette. Causa di questo errore di credenza è dovuto al fatto che Heston nacque nell'ospedale di Evanston quando la sua famiglia viveva a Wilmette.[9] In un'intervista del 1995 Heston disse di non avere buoni ricordi della sua infanzia.[10]

While Heston aveva antenati inglesi e discendeva da membri del clan scozzese dei Fraser.[11]

Quando Heston era un bambino, a causa del lavoro del padre, la sua famiglia si trasferì a St. Helen, nel Michigan.[12] .

Quando Heston aveva dieci anni, i suoi genitori divorziarono. Tempo dopo, sua madre si risposò con Chester Heston. La nuova famiglia si trasferì a Wilmette. Heston (questo il suo nuovo cognome) frequentò la New Trier High School.[13]

Throughout Heston's life he was known by friends as "Chuck" although his wife always called him "Charlie." His stage name Charlton Heston is drawn from his mother's maiden surname (Charlton) and his stepfather's surname (Heston), and was used for his first film, Peer Gynt.

Carriera Modifica

Mentre era ancora al liceo, Heston recitò in un film amatoriale muto, adattamento del Peer Gynt di Henrik Ibsen.[14] Si iscrisse al corso di recitazione, ottenendo ottimi risultati che gli fruttarono una borsa di studio per la Northwestern University da parte del Winnetka Community Theatre, dove lavorava come attore.

Seconda Guerra MondialeModifica

Nel 1944 Heston si arruolò nelle United States Army Air Forces, dove rimase due anni, presso le Isole Aleutine, in Alaska, con la Eleventh Air Force, ricoprendo il grado di Staff Sergeant.

Sempre nel 1944 sposò Lydia Marie Clarke, stedentessa della Northwestern University.

Charlton Heston as Antony, 1950, B&W image by Chalmers Butterfield.jpg

Charlton Heston nel ruolo di Marco Antonio in Julius Caesar, 1950

Teatro e televisione Modifica

Dopo la guerra, Heston e la moglie vissero nel quartiere newyorkese di Hell's Kitchen, dove lavorarono come modelli. In cerca di un lavoro i coniugi si trasferirono ad Asheville, nel North Carolina nel 1947. Nel 1948 fecero ritorno a New York, dove a Heston fu offerto un ruolo secondario a Broadway, nel rifacimento di Antonio e Cleopatra di William Shakespeare, con protagonista Katharine Cornell. Per la sua interpretazione, Heston ricevette vari consensi. Ebbe successo anche in televisione, ricoprendo numerosi ruoli nella serie della CBS Studio One, uno dei più popolari sceneggiati dell'epoca.

Il produttore cinematografico Hal B. Wallis di Casablanca propose ad Heston un contratto per la realizzazione di una versione televisiva di Cime tempestose.

A teatro interpretò molti ruoli, tra cui quello di protagonista nel Macbeth, Tommaso Moro in A Man for All Seasons e Marco Antonio sia in Giulio Cesare che in Antonio e Cleopatra.

HollywoodModifica

Charlton Heston in The Ten Commandments film trailer.jpg

Heston in I dieci comandamenti (1956)

Il primo film professionale di Heston fu La città nera, nel 1950, per la cui interpretazione riscosse ammirazione. Il salto di qualità arrivò con il ruolo di un direttore di circo in Il più grande spettacolo del mondo (1952) di Cecil B. DeMille. Nel 1953 Heston fu scelto da Billy Wilder per interpretare Sefton in Stalag 17. Tuttavia il ruolo alla fine venne dato a William Holden, che vinse un Oscar per il ruolo. Heston divenne un'icona interpretando Mosè in I dieci comandamenti (1956), per cui fu scelto in quanto il regista Cecil B. DeMille riteneva che incarnasse la statua di Mosè del Michelangelo. Nel 1958 Heston recitò accanto ad Orson Welles nel film noir L'infernale Quinlan.

Charlton Heston in Ben Hur.jpg

Heston in Ben-Hur

Dopo il rifiuto di Marlon Brando, di Burt Lancaster e di Rock Hudson[15] venne scelto per interpretare il ruolo da protagonista nel film Ben-Hur (1959). Per il film Heston vinse l'Oscar al miglior attore.

Nella sua lunga carriera ricoprì numerosi ruoli da protagonista in pellicole dal tema epico-storico: El Cid (1961), 55 giorni a Pechino (1963), Il tormento e l'estasi (1965) e Khartoum (1966).

Nel 1965 Heston divenne presidente del Screen Actors Guild. Ricoprì tale carica fino al 1971.[16]

Nel 1968 Heston recitò in Il pianeta delle scimmie e, nel 1970, nel suo sequel, L'altra faccia del pianeta delle scimmie. Sempre nel 1970 Heston interpretò Marco Antonio, nella prima versione cinematografica in Technicolor di un'opera di Shakespeare, 23 pugnali per Cesare. Nel film recitarono anche Jason Robards, Richard Chamberlain, Robert Vaughn, Christopher Lee, Richard Johnson, John Gielgud e Diana Rigg. Nel 1971 recitò nel film di fantascienza 1975: Occhi bianchi sul pianeta Terra. L'anno successivo debuttò dietro la cinepresa, realizzando All'ombra delle piramidi, un adattamento di Antonio e Cleopatra, che aveva già rappresentato in teatro nei primi anni di carriera: oltre a dirigere, qui interpretò per l'ennesima volta Marco Antonio. Avendo ricevuto caustici giudizi dalla critica, il film non uscì nemmeno nei cinema e raramente è stato trasmesso in televisione; non esiste nemmeno una versione in DVD. Successivamente recitò in film come Soylent Green (1973) e Terremoto (1974).

A partire da I tre moschettieri (1973), Heston cominciò a partecipare a numerosi film in ruoli secondari o con semplici cameo. Dal 1985 al 1987 recitò nella soap opera I Colbys. Con il figlio Fraser, produsse e recitò in diversi film televisivi, come L'isola del tesoro e Un uomo per tutte le stagioni.

Negli anni Novanta Heston recitò nei film Amleto, Tombstone e True Lies. Nel 2001 prese parte con un cameo in Pianeta delle scimmie di Tim Burton, interpretando il ruolo di un'anziana scimmia che prima di morire dà una pistola al figlio, introducendo l'uso delle armi da fuoco nella sua specie.[17]

Il suo ultimo film è stato My Father, Rua Alguem 5555 (2003), nei panni del medico nazista Josef Mengele.[18]

Attivismo politico Modifica

Ronald Reagan & Charlton Heston.jpg

Heston con il Presidente Ronald Reagan durante un mmeeting per il Presidential Task Force on the Arts and Humanities in the White House Cabinet Room, 1981

Benchè esponente del Partito Repubblicano, nel 1963 Charlton Heston accompagnò Martin Luther King Jr. nella Marcia su Washington per il lavoro e la libertà.[19]

Supportò e votò Richard Nixon nel 1972, come lo stesso Nixon menzionò nella sua autobiografia.[20]

Heston resigned from Actors Equity, claiming the union's refusal to allow a white actor to play a Eurasian role in Miss Saigon was "obscenely racist".[15] He said CNN's telecasts from Baghdad were "sowing doubts" about the allied effort in the 1990–91 Gulf War.[15]

At a Time Warner stockholders' meeting, Heston castigated the company for releasing an Ice-T album which included the song "Cop Killer", which depicted the killing of police officers.[21]

While filming The Savage, Heston was initiated by blood into the Miniconjou Lakota Nation, but claimed no natural American India heritage. He claimed to be "native American" to reclaim the term from exclusion to American Indians.[8]

Heston fu presidente e portavoce dell'NRA dal 1998 al 2003.

Vita privata Modifica

Il 17 marzo 1944 Charlton Heston sposò Lydia Clarke, accanto alla quale rimase fino alla morte. La coppia ebbe un figlio Fraser Clarke and Holly Heston Rochell.

Ultimi anni e morte Modifica

Charlton Heston's grave.jpg

La tomba di Charlton Heston nel Saint Matthew's Episcopal Church Columbarium

Nel 1996 Heston subì un'operazione per una protesi all'anca. Nel 1988 gli venne diagnosticato un tumore alla prostata sconfitto grazie ad un ciclo di radioterapia. Nei mesi di maggio e giugno 2000 si fece ricoverare in una clinica dello Utah per risolvere alcuni problemi con l'alcolismo.[22]

IL 9 agosto 2002, Heston annunciò pubblicamente che gli era stato diagnosticato il morbo di Alzheimer.[23]

Nel giugno 2003 il Presidente George W. Bush gli ha concesso la Medaglia presidenziale della libertà[24].

Charlton Heston morì sabato 5 aprile 2008 nella sua casa di Beverly Hills, California.[25][26]

Il funerale di Heston ebbe luogo il 12 aprile 2008 con una cerimonia alla quale parteciparono 250 persone, tra le quali Nancy Reagan, Arnold Schwarzenegger, Olivia de Havilland, Keith Carradine, Pat Boone, Tom Selleck, Oliver Stone, Rob Reiner e Christian Bale.[27][28][29] Il funerale ebbe luogo nella Episcopal Parish of St. Matthew's Church a Pacific Palisades, in California, la chiesa che Heston frequentava regolarmente.[30][31] Heston venne cremato e le sue ceneri furono date alla famiglia.[32]

Le ceneri di Charlton Heston sono state poi sepolte nel Saint Matthew's Episcopal Church Columbarium, nello stesso luogo ove si sono svolte le esequie.

Curiosità Modifica

Charlton Heston era alto 1.91 m.

Fu inizialmente considerato per il ruolo di Claudio nella serie televisiva britannica I, Claudius (1976). Il ruolo venne poi affidato al semisconosciuto Derek Jacobi.

Fu inizialmente considerato per il ruolo dello Sceriffo Brody nel film Lo squalo (1975). Quando sia lui che Oliver Reed rifiutarono il ruolo la parte venne data a Roy Scheider.

Fu inizialmente considerato per il ruolo di Alessandro Magno nel film Alessandro il grande (1956), ma fu costretto a rifiutare per poter interpretare Mosé in I dieci comandamenti (1956). La parte venne allora data a Richard Burton.

Rifiutò di interpretare il ruolo del Gen. Joseph W. Stilwell nel film 1941: allarme a Hollywood (1979) di Steven Spielberg perchè considerava il film un'insulto ai veterani della Seconda Guerra Mondiale.

Rifiutò il ruolo di Robert Thorne nel film Il presagio (1976). La parte fu assegnata a Gregory Peck.

I suoi attori preferiti erano Gary Cooper, Henry Fonda, Clark Gable, Cary Grant e James Stewart.Era anche grande amico di Orson Welles

Onorificenze Modifica

Medaglia presidenziale della libertà - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia presidenziale della libertà
— 2003

Filmografia Modifica

Attore Modifica

Regista Modifica

Note Modifica

  1. MSNBC. Charlton Heston dead at 84.
  2. http://www.ancestry.com Date confirmed through 1930 US Census.
  3. Robert Berkvist. «Charlton Heston, Epic Film Star and Voice of N.R.A., Dies at 84.». The New York Times, April 6, 2008. URL consultato in data April 6, 2008.
  4. Film Reference Biography.
  5. Robert Berkvist. «Charlton Heston, Epic Film Star and Voice of N.R.A., Dies at 84», 6 aprile 2008. URL consultato in data 18 marzo 2010.
  6. Charlton Heston – Biography. URL consultato il 18 marzo 2010.
  7. Charlton Heston Biography. URL consultato il 18 marzo 2010.
  8. 8,0 8,1 Heston, Charlton: In The Arena, Simon & Schuster, 1995. ISBN 0-684-80394-1.
  9. Karen Werling. Appreciation: Charlton Heston’s life as a Wildcat. 16 aprile 2008. URL consultato il 18 marzo 2010.
  10. Rick Schultz. Appreciation: Charlton Heston’s Interview, Articles, & Tribute. 1995. URL consultato il 18 marzo 2010.
  11. «Hollywood legend Charlton Heston was proud of Scots roots», 7 Aprile 2008.
  12. My Bay City article, February 5, 2006.
  13. Kris Habermehl. Fire Breaks Out At Prestigious High School. 25 gennaio 2007. URL consultato il 28 giugno 2008.
  14. [1] IMDB Film Biography.
  15. 15,0 15,1 15,2 Thomas, Bob. «Film Legend Charlton Heston Dead at 84», April 6, 2008.
  16. SAG Presidents, Screen Actors Guild.
  17. Questo è forse un riferimento al suo appoggio alla National Rifle Association, la lobby americana delle armi.
  18. Variety, February 12, 2004.
  19. Goodrich, Terry Lee. «Heston decries political correctness at fund-raiser», Fort Worth Star-Telegram, February 13, 2000, p. 5.
  20. Pulera, Dominic J., Sharing the Dream: White Males in Multicultural America , Continuum International Publishing Group, 2006. ISBN 9780826418296
  21. [2]
  22. Charlton Heston 'feeling good' after alcohol rehab.
  23. Charlton Heston has Alzheimer's symptoms. CNN News. August 9, 2002.
  24. (EN) http://www.medaloffreedom.com/2003RecipientsPresidentialRemarks.htm
  25. Welkos, Robert W. and Susan King. Charlton Heston, 84; actor played epic figures. Los Angeles Times. April 5, 2008. Retrieved April 12, 2010.
  26. Charlton Heston Dies at Beverly Hills Home. FoxNews.com. April 5, 2008. Retrieved April 12, 2010.
  27. Politicians, actors and relatives gather for funeral of Hollywood icon Charlton Heston, International Herald Tribune, retrieved April 12, 2008.
  28. "Stars attend Heston's LA funeral"BBC News – Page last updated at 11:39 GMT, Sunday, April 13, 2008, 12:39 UK.
  29. FRASER HESTON in conversation with JAMES BYRNE. 6 – 12 maggio 2008. URL consultato il 13 dicembre 2009.
  30. «Memorial to Mr. Charlton Heston». Charlton Heston World. URL consultato in data August 24, 2009.
  31. Bob Thomas, Associated Press Writer. «Luminaries Attend Heston's Funeral», 12 aprile 2008. URL consultato in data 24 agosto 2009.
  32. «Stars Attend Heston's LA Funeral», BBC, April 13, 2008. URL consultato in data September 13, 2010.


Predecessore: Oscar al miglior attore Successore: [[Immagine:{{{immagine}}}|30x30px]]
David Niven
per Tavole separate
1960
per Ben-Hur
Burt Lancaster
per Il figlio di Giuda
I
con
II
con
III
con
IV
con
V
con
VI
con
VII
con
VIII
con
IX
con
X
con
XI
con
XII
con
XIII
con
con
David Niven
per Tavole separate
{{{data}}} Burt Lancaster
per Il figlio di Giuda
Predecessore: Presidente del National Rifle Association Successore: [[Immagine:{{{immagine}}}|30x30px]]
Marion P. Hammer 1998 - 2003 Kayne Robinson I
con
II
con
III
con
IV
con
V
con
VI
con
VII
con
VIII
con
IX
con
X
con
XI
con
XII
con
XIII
con
con
Marion P. Hammer {{{data}}} Kayne Robinson

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su Fandom

Wiki casuale