Wikia

Cinema Wiki

Titanic (film 1997)

Discussione0
689pagine in
questa wiki
Titanic
Titanic
Una scena del film
Titolo originale: Titanic
Lingua originale: inglese, francese, tedesco, svedese, italiano, russo
Paese: Stati Uniti d'America
Anno: 1997
Durata: 192 min
Colore: colore
Audio: sonoro
Rapporto: 2.35:1
Genere: drammatico, romantico
Regia: James Cameron
Soggetto: {{{nomesoggetto}}}
Sceneggiatura: James Cameron
Produttore: James Cameron, Jon Landau, Al Giddings, Grant Hill e Sharon Mann
Produttore esecutivo: Rae Sanchini
Produttore associato: Pamela Easley Harris
Coproduttore: {{{coproduttore}}}
Coproduttoreesecutivo: {{{coproduttoreesecutivo}}}
Coproduttoreassociato: {{{coproduttoreassociato}}}
Assistente produttore: {{{assistenteproduttore}}}
Produttore 3D: {{{3Dproduttore}}}
Casa di produzione: 20th Century Fox, Paramount Pictures e Lightstorm Entertainment
Distribuzione (Italia): {{{distribuzioneitalia}}}
Storyboard: {{{nomestoryboard}}}
Art director: {{{nomeartdirector}}}
Character design: {{{nomecharacterdesign}}}
Mecha design: {{{nomemechadesign}}}
Animatori: {{{nomeanimatore}}}
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali:
{{{nomedoppiatorioriginali}}}
Doppiatori italiani:
Episodi:
Fotografia: Russell Carpenter
Montaggio: {{{nomemontaggio}}}
Effetti speciali: Robert Legato, Mark A. Lasoff, Thomas L. Fisher, Michael Kanfer
Musiche: James Horner
Tema musicale: {{{temamusicale}}}
Scenografia: Peter Lamont
Dialoghi: {{{nomedialoghista}}}
Costumi: {{{nomecostumista}}}
Trucco: {{{nometruccatore}}}
Sfondi: {{{nomesfondo}}}
Premi:
{{{nomepremi}}}
Prequel: {{{nomeprequel}}}
Sequel: {{{nomesequel}}}
Si invita a seguire le linee guida del Progetto Film




Titanic è un film del 1997 diretto, scritto e co-prodotto da James Cameron, basato sulle reali vicende dell'affondamento del transatlantico omonimo avvenuto la notte del 14 aprile 1912 a seguito della collisione con un iceberg, nel quale persero la vita 1.513 dei 2.227 passeggeri a bordo. È un film che riscosse un incredibile successo in tutto il mondo arrivando al primo posto come film di maggiore incasso della storia del cinema guadagnando più di 1,8 miliardi di dollari. Questo primato durò per quasi 12 anni quando fu poi superato nel 2009 dal kolossal film di fantascienza Avatar diretto, anche questo, da James Cameron. Il film si aggiudicò nel 1998 ben 11 Premi Oscar, cifra record, che fu conseguita prima dal kolossal Ben Hur e più recentemente da Il Ritorno del Re[1][2].

La pellicola è stata un importante trampolino di lancio delle carriere dei giovani Leonardo DiCaprio e Kate Winslet, che hanno interpretato rispettivamente Jack Dawson e Rose DeWitt Bukater, due passeggeri di diversa classe sociale innamoratisi durante lo sfortunato viaggio inaugurale della nave. Nonostante lo sfondo sia costituito da fatti storici realmente accaduti, la storia d'amore e i personaggi principali sono inventati, mentre alcuni personaggi minori (come alcuni passeggeri della nave e membri dell'equipaggio) si basano su figure storiche.

Il film venne distribuito nelle sale cinematografiche di tutto il mondo il 19 dicembre 1997[3], rivelandosi subito un enorme successo commerciale e di critica. Nominato per ben 14 premi Oscar, ne riuscì a portare a casa 11, tra cui l'ambitissimo miglior film.[4]. Ne è prevista la ri-distribuzione nelle sale cinematografiche per il 2012, in una versione in 3-D[5].

Trama Modifica

Oceano Atlantico (1996): l'esploratore Brock Lovett è alla ricerca di un prezioso diamante, il Cuore dell'Oceano, gioiello dell'epoca di Luigi XVI, che si ritiene affondato con il transatlantico Titanic. Durante le ricerche esplorative del relitto del transatlantico, la sua équipe rinviene un ritratto di donna con al collo il prezioso monile: è Rose DeWitt Bukater, che nella prima parte del film e in altri spezzoni impersona Rose da anziana). Frattanto l'ormai ultracentenaria Rose apprende dalla TV che il suo ritratto è stato ritrovato e contatta il signor Lovett riferendogli di essere la donna raffigurata. Rose si reca così sulla nave delle ricerche e decide di raccontare la sua storia.

È il 10 aprile 1912 quando il Titanic salpa da Southampton (Inghilterra) per il suo viaggio inaugurale verso New York. La giovane Rose è all'epoca un'infelice ragazza aristocratica che viaggia in prima classe con la dispotica madre Ruth DeWitt Bukater e il fidanzato Caledon Hockley, impostole dalla famiglia. L'uomo è sprezzantemente classista, egoista e pieno di sé. La notte stessa Rose, dopo aver riflettuto sul fatto che il suo destino fosse ormai segnato, in un momento di crisi tenta il suicidio, ma quando sta per gettarsi dalla poppa della nave viene salvata da Jack Dawson, un giovane artista giramondo che viaggia in terza classe grazie ai biglietti vinti a una partita di poker. Le guardie sentono il pianto e le urla disperate di Rose che sta per cadere in acqua, ma quando arrivano a poppa vedono Jack che giace disteso su di lei, perché dopo averla salvata è inciampato. Pensando ad un atto di violenza, le guardie e Caledon minacciano Jack, ma Rose tempestivamente racconta loro una bugia e salva a sua volta Jack. Tra i due giovani nasce prima una salda complicità, poi una vera e propria attrazione. I loro sentimenti sono ostacolati da Ruth e Caledon ma sostenuti dall'"inaffondabile" Margaret Brown.Call perde Rose perché i due scappano. Moira è una govane passegera innamorata di Call e viene a sua volta sfruttata da lui per trovare Rose. Moira muore schiacciata da un pezzo di nave e Call ride. Dalla sua bocca si odono le parole "ti amo".

La notte del 14 aprile Jack e Rose vedono la nave schiantarsi contro un iceberg. Nessuno dei passeggeri si cura dell'incidente, mentre Caledon accusa Jack di averlo derubato e lo fa richiudere in una stanza nei meandri del transatlantico. Dopo poco tempo la situazione si fa drammatica: diventa subito chiaro che la nave ha subìto danni irreparabili dall'urto con l'iceberg e che affonderà presto. Rose si rifiuta di salire sulla scialuppa di salvataggio con la madre, corre alla ricerca di Jack e riesce a liberarlo. La prua della nave è ormai interamente sott'acqua, e i due ragazzi cercano un'altra scialuppa. Trovatala, solo Rose può salirvi poiché l'equipaggio dà la precedenza a donne e bambini. All'ultimo momento, però, Rose l'abbandona e raggiunge Jack. Intanto, la nave si è pericolosamente inclinata, le persone nella sala da ballo urlano invano e poco più tardi i vetri della cupola si rompono facendo passare l'acqua. Ci sono scene di panico e disperazione ovunque e molti passeggeri si gettano nelle acque gelide dell'oceano cercando salvezza. Improvvisamente cala il buio e dopo che la nave si è inclinata cosi tanto che i passeggeri scivolano giù il Titanic si spezza in due. La prua, affondando, inizia a trascinare con sé la poppa. Jack e Rose, incoraggiandosi a vicenda, si tengono stretti alla balaustra della poppa, che è rimasta lì a galleggiare, finché questa non si allaga. Poco più tardi anche quest'ultimo pezzo finisce sott'acqua. Jack e Rose riescono miracolosamente a tornare a galla; i due si aggrappano a un legno galleggiante sperando invano nei soccorsi ma poco dopo Jack muore per ipotermia. Rose, disperata, lo bacia per un'ultima volta e ne guarda il corpo senza vita scomparire nell'oceano. Decisa a tenere fede alla promessa fatta poco prima al ragazzo, e cioè di fare di tutto per sopravvivere e di morire quanto più in là negli anni fosse possibile, Rose afferra un fischietto da uno dei cadaveri che la circondano e suonandolo con le forze che le restano attira l'attenzione dell'unica scialuppa tornata indietro per raccogliere gli eventuali superstiti. Questi vengono caricati sulla nave Carpathia. Ad un membro dell'equipaggio che sta passando in rassegna i passeggeri raccolti, la ragazza afferma di chiamarsi Rose Dawson.

Alla fine del lungo flashback, si torna ai giorni nostri. Nottetempo, sulla barca della troupe di scienziati, la vecchia Rose getta di nascosto in acqua il Cuore dell'Oceano, che aveva custodito dal giorno della tragedia. Per il finale Cameron lascia allo spettatore immaginare due possibili cose; sullo schermo scorrono le foto della lunga vita di Rose: in una di esse, è in groppa ad un cavallo alla maniera maschile, cosa che aveva promesso di fare assieme a Jack, e dietro di lei c'è un ottovolante. Rose anziana nel suo letto muore, sognando di ritrovarsi all'interno della nave mentre, circondata da tutti i passeggeri periti nella tragedia, fa il suo ingresso nel salone delle feste. Sulla scala l'attende Jack, che le prende la mano e la bacia nella bellissima scalinata di prima classe illuminata dalla cupola.

Produzione Modifica

Note di produzione Modifica

Titanic è stato il film più costoso mai realizzato fino ad allora (200 milioni di $ di budget[6] più altri 85 milioni spesi per la promozione) e ha totalizzato il secondo maggiore incasso mondiale di tutti i tempi, pari a 1.850.300.000 $[7][8] (venendo superato da Avatar nel gennaio 2010). Ha ricevuto 14 Nominations all'Oscar, al pari di Eva contro Eva (1950), e ne ha vinti 11, diventando così il film più premiato della storia insieme a Ben-Hur (1959) e Il ritorno del Re (2003) [9]

Pre-produzione Modifica

on un budget stimato intorno ai 200 milioni di dollari[6], James Cameron, già regista di film di successo come Aliens - Scontro finale (1986), Terminator 2: Il giorno del giudizio (1991) e True Lies (1994), si appresta a portare sullo schermo l'ennesima rivisitazione della più grande tragedia della storia della navigazione: l'affondamento del transatlantico Titanic. Dopo aver effettuato diverse riprese del vero relitto della nave facendo immergere a più di 3000 metri di profondità un piccolo sommergibile[10], il regista decide di portare la storia del Titanic sul grande schermo.

Casting Modifica

Per il ruolo di Jack, affidato a Leonardo DiCaprio, si era inizialmente pensato a Billy Crudup e Stephen Dorff.[11][12]. Per quello di Rose invece la prima scelta di James Cameron era stata Claire Danes, che però declinò l'offerta perché, esausta dopo Romeo + Giulietta di Baz Luhrmann, trovava Titanic troppo simile al suo precedente lavoro.[13]

Riprese e post produzione Modifica

Non esistendo teatri di posa sufficientemente grandi, la 20th Century Fox acquista 16 milioni di metri quadrati di costa lungo la spiaggia di Rosarito in Messico, dove viene allestita una cisterna esagonale di circa 37.000 metri quadrati contenente 76 milioni di litri d'acqua, in cui verrà ricostruito a grandezza naturale (scala 1:1) il 90% del Titanic (verrà tralasciata un porzione di 27 metri, pari al 10%). Inoltre i 4 fumaioli verranno ridotti del 10%. Le riprese iniziano il 16 settembre 1996 e terminano sei mesi dopo, il 23 marzo 1997, periodo durante il quale l'intero cast tecnico e artistico viene sottoposto a un vero e proprio tour-de-force. Le aspettative sono tante, la post produzione è più lunga del previsto, tanto che l'uscita nelle sale viene rimandata dalla primavera alla fine dell'anno.

Anacronismi Modifica

Il film di Cameron presenta alcuni evidenti anacronismi rispetto all'epoca in cui si svolgono gli eventi[14].

  • Molti dei personaggi fumano sigarette col filtro, ma il filtro fu inventato e applicato alle sigarette in commercio solo a partire dagli anni '40.
  • La cartina nella sala radio del Titanic, pur apparendo antica, riporta i confini del mondo aggiornati al 1997.
  • Il protagonista Jack Dawson, in una scena, afferma di essere andato a pescare al Lago Wissota, che però nel 1912 non esisteva. Si tratta di un lago artificiale, creato nel 1917 per fornire di un bacino idrico una centrale elettrica.

Accoglienza Modifica

Botteghino Modifica

Il film viene mostrato per la prima volta al Tokyo International Film Festival in Giappone, il 1º novembre 1997 [15]. Negli USA esce il 19 dicembre 1997 e nella prima settimana incassa 28 milioni di $. Settimana dopo settimana invece, al contrario di ciò che succede di solito, il numero di spettatori nelle sale aumenta: a fine gennaio 1998 nei soli Stati Uniti il film ha già recuperato tutti i 285 milioni di $ spesi. Esso vanta infatti il record di permanenza nei cinema di quel paese, dove fu proiettato ininterrottamente fino al 25 settembre 1998, resta inoltre il n.1 nelle classifiche degli incassi fino al 2 aprile 1998.

Nei soli USA raggiunge un incasso finale di 600.788.188 di $, mentre a livello mondiale raggiunge 1.843.201.268 di $ [16], grazie al quale diventa il maggior incasso della storia del cinema. Mantiene ineguagliato tale record per 12 anni, finché non viene superato dal successivo film dello stesso Cameron, Avatar. In una classifica che tenga conto dell'inflazione, negli Stati Uniti Titanic risulta invece al sesto posto [17].

In Italia esce il 16 gennaio 1998 e resterà nelle sale per 6 mesi[18] incassando 81 miliardi di lire.

Il suo record d'incassi resterà tale fino al 2010, anno di uscita del film Avatar sempre di James Cameron.

Gli Oscar Modifica

Titanic fu il protagonista e trionfatore annunciato della 70ª edizione della cerimonia di premiazione degli Oscar, che si svolse il 23 marzo 1998: l'unica incognita prima della serata riguardava il numero di Oscar che la pellicola si sarebbe aggiudicata. Su 14 nominations ricevute (al pari di Eva contro Eva, del 1950), conquistò ben 11 statuette[19]:

  1. Oscar al miglior film: James Cameron,
  2. Oscar al miglior regista: James Cameron,
  3. Oscar alla migliore fotografia: Russell Carpenter,
  4. Oscar per il miglior montaggio: Conrad Buff, James Cameron e Richard A. Harris,
  5. Oscar per la migliore scenografia: Peter Lamont,
  6. Oscar per i migliori costumi: Deborah L. Scott,
  7. Oscar per i migliori effetti speciali: Robert Legato, Mark Lasoff, Thomas L. Fisher e Michael Kanfer,
  8. Oscar alla migliore colonna sonora drammatica: James Horner,
  9. Oscar per la migliore canzone: My Heart Will Go On, cantata da Céline Dion,
  10. Oscar al miglior sonoro: Gary Rydstrom, Tom Johnson, Gary Summers e Mark Ulano,
  11. Oscar al miglior montaggio sonoro: Tom Bellfort, Christopher Boyes

Titanic arriva quindi ad eguagliare il record che Ben-Hur, del 1959, deteneva tutto da solo da 38 anni e che dal 2004 è condiviso anche con Il Ritorno del Re.

Curiosità Modifica

  • Sono state effettuate (grazie ad una dozzina di immersioni) moltissime riprese del vero relitto. Per poterle effettuare è stato necessario noleggiare una nave russa per le ricerche, chiamata Akademik Mstislav Keldysh, due sommergibili, Mir 1 e Mir 2, e progettare apposta un veicolo azionato a distanza, chiamato Snoop Dog, e una custodia pressurizzata, in cui inserire la cinepresa, in grado di sopportare l'altissima pressione dell'acqua sul fondo dell'Oceano Atlantico. Tutto ciò ha fatto lievitare notevolmente i costi, anche a causa di svariati inconvenienti verificatisi durante le immersioni.
  • La ricostruzione del molo della White Star Line di Southampton è il set più grande mai realizzato nella storia del cinema.
  • Poiché solo la fiancata destra era completa, nelle sequenze in cui compariva la fiancata sinistra è stato necessario ricostruire tutto in modo speculare, dalle scritte all'abbottonatura degli abiti.
  • Il piano sequenza di 30 secondi che parte da DiCaprio e Danny Nucci sulla prua e attraversa all'indietro l'intera nave è costato da solo 1 milione di dollari e, a parte il modellino della nave, è stato completamente realizzato in grafica computerizzata (cielo, oceano, passeggeri, fumo, gabbiani).
  • Per creare le onde che la nave genera sulla superficie dell'oceano è stato fatto ricorso ad un algoritmo (opportunamente adattato) sviluppato dall'industria bellica.
  • Il personaggio di Moira non è stato mai mostrato.a dire il vero era presente in pù di 45 minuti ma era un personaggio "poco importante" secondo la definizione
  • La produzione è stata funestata da numerosi disagi, tra cui un'intossicazione alimentare del cast, raffreddore delle comparse costrette a rimanere in acqua, e vari imprevisti che hanno ritardato la fine delle riprese. Cameron, pur di terminarle fino all'ultima inquadratura, ha rinunciato alla paga da regista per accontentarsi di una percentuale sugli incassi (ha poi ricevuto un compenso di 50 milioni $).
  • A partire da giugno 2007 il film appare nella AFI's 100 Years... 100 Movies, ovvero la classifica dei 100 film americani più significativi della storia, stilata dall'American Film Institute.
  • Ad Halifax (Canada) si trova un cimitero in cui sono seppellite molte delle vittime del naufragio, i cui corpi furono recuperati nei mesi successivi. In una delle lapidi è scritto un nome: J. Dawson. Dopo l'uscita del film di Cameron molti hanno preso d'assalto la lapide scattandole foto o ricalcandola sulla carta con la grafite, ritenendo che fosse la tomba di Jack Dawson, protagonista del film. Quest'ultimo è in realtà un personaggio immaginario, mentre sotto la lapide è tumulato James Dawson, un fuochista del Titanic che perse la vita nel naufragio.
  • Per la colonna sonora di Titanic, James Cameron si rivolse alla musicista e cantante irlandese Enya la quale rifiutò l'offerta. Si rivolse allora a James Horner chiedendogli di adottare uno stile alla Enya, il risultato sarà tale da indurre molte fonti ad attribuire a lei la musica.
  • Quando James Horner, autore della colonna sonora del film Titanic e di My Heart Will Go On, fece sentire il brano alla Dion per proporglielo, cantandolo lui stesso, a Céline non piacque affatto. Prima di un rifiuto definitivo, il fidanzato e manager della cantante René Angelil propose che Céline provasse a registrare un demo, per vedere come la canzone sarebbe stata interpretata da lei. Céline incise immediatamente un demo e quella prima versione fu talmente perfetta, che Céline non la reincise mai più in studio.
  • Nella scena in cui Jack Dawson fa il ritratto a Rose le mani che disegnano non sono quelle di Leonardo DiCaprio, ma dello stesso regista James Cameron.
  • James Cameron per questo film si è certamente ispirato al documentario del 1976 di Jacques-Yves Cousteau "Alla ricerca del Britannic". Nel documentario il grande oceanografo francese porta con sè sulla nave Calypso una anziana signora, Sheila Macbeth Mitchell, infermiera volontaria sul Britannic, sopravvissuta all'affondamento, sopra il punto del relitto dove la squadra di Cousteau sta effettuando immersioni di ricognizione. Tra l'altro la HMHS Britannic è la gemella del Titanic.
  • Le suites occupate da Rose, la madre e Cal sono le B52, B54, B56. In realtà la B52 fu occupata da Bruce Ismay. La suite di Rose in verità non è mai stata occupata.
  • Del film esiste un'edizione in super 8, montata su dieci bobine da 180 metri.
  • Il 26 luglio 2009 il regista James Cameron nel corso di un'intervista ha detto che ha deciso di convertire il film in 3D. Il regista ha già visionato un paio di minuti del film convertito e gli è sembrato spettacolare. Il film convertito definitivamente uscirà nella primavera del 2012 per festeggiare i cento anni dal varo della nave e sarà realizzato sotto la supervisione dello stesso Cameron.
  • Per le riprese in cui la nave si trova ad oltre 30 gradi di inclinazione (nel film solo 6), le persone che scivolavano lungo il ponte della nave erano dotate di un piccolo skateboard nascosto sotto il salvagente.
  • Per girare le scene in cui la poppa della nave è inclinata a circa 90 gradi, tre persone hanno riportato fratture gravi.
  • Nella scena in cui Rose sta per buttarsi dalla nave, Kate Winslet era davvero aggrappata all'enorme modello della nave in scala 9:10 della nave, a 18 metri d'altezza.
  • Si può notare nei i primi minuti dei filmati della nave girati sul set, e rielaborati in modo tale da sembrare autentici e d'epoca.

Note Modifica

  1. All Time Worldwide Box Office Grosses. Box Office Mojo. URL consultato il 2009-07-28.
  2. {{cita www.hollywoodreporter.com">{{cita] news|first=Frank|last=Segers|title="'Avatar' breaks 'Titanic' worldwide record|publisher=The Hollywood Reporter|date=2010-01-25|accessdate=2010-01-25|url=http://www.hollywoodreporter.com/hr/content_display/news/e3i107616f101d6818868bd08edad593649}}
  3. {{cita www.nytimes.com">Bernard Weinraub. «Hollywood Braces for Likely Delay Of 'Titanic'», The New York Times, 1997-04-21.
  4. [1]
  5. 'Avatar' director James Cameron: 3D promising, but caution needed USA Today Retrieved 2010-3-19
  6. 6,0 6,1 "Box office statistics for Titanic (1997)". Box Office Mojo. Retrieved October 15, 2006.
  7. «Titanic sinks competitors without a trace», BBC, 1998-02-25. URL consultato in data 2007-02-19.
  8. [2]
  9. All Time Worldwide Box Office
  10. <cite id="CITEREF"/>James Cameron. (2005). Deep Dive Presentation (DVD). 20th Century Fox.
  11. «Billy Crudup: "Titanic" Would've Sunk My Life», Internet Movie Database, 2000-06-22.
  12. «Actor Is Thankful He Didn't Get Titanic Role», Internet Movie Database, 1998-08-25.
  13. «Q&A: Claire Danes», Empire, 2006-01-02.
  14. David Wallenchinsky, Il libro delle liste, Sperling&Kupfler, 2004. ISBN 88-200-3723-8.
  15. http://italian.imdb.com/title/tt0120338/releaseinfo
  16. [3]
  17. All Time Worldwide Box Office
  18. IMDB Release Info
  19. IMDB Titanic Awards

Locandina Modifica

Titanic locandina

La locandina del film